Tre idee con il pesto

7 commenti

… di cui una ispirata al nostro bel tricolore che in tavola è sempre una garanzia (sia come tradizione culinaria, che come accostamento di colori)! Buona Festa della Repubblica, amici!

Mi piacciono questi posti “multi-ricetta”, da un lato sono molto utili per voi lettori che magari cercate idee per come utilizzare in maniera diversa gli ingredienti che più spesso capita di avere in frigo. Ma sono molto utili anche per me, consentendomi di “smaltire” ricette in attesa di essere postate da diverso tempo e anche ripescare tra i vecchi post qualcosa di interessante che magari può essere sfuggito ai nuovi followers!

Fatemi sapere nei commenti quale ingrediente vorreste fosse il protagonista di un post multiricetta, e sopratutto, voi come usate il pesto in cucina!

Via con le ricette, due vegetariane e una onnivora, due al forno e una freschissima e velocissima da preparare!

Prima ricetta (vegetariana e veloce): Farro al Pesto con Pomodorini e Feta 

Immagine

Ingredienti per due porzioni

  • 120g farro
  • 2 cucchiai di pesto
  • 80g feta
  • 100g pomodorini
  • sale, olio e pepe q.b.
  • erbe fresche per decorare
  • (facoltativo) aglio

La ricetta è tutta lì! Lessate il farro e nel frattempo tagliate i pomodorini a pezzetti e la feta a cubetti. Condire i pomodori come più preferite. Quando il farro è cotto, scolatelo per bene e conditelo con il pesto. Aggiungete i pomodorini e la feta, decorate con le erbette et voilà: semplicissimo e supergustoso. Io lo preferisco dopo qualche ora di riposo, per cui sono solita prepararlo in anticipo (es. la mattina o la sera prima). Ottimo per una gustosissima e fresca pausa pranzo in ufficio. Servito in bicchierini fa anche una bella figura in un buffet estivo!


Seconda ricetta (vegetariana al forno): Lasagne al pesto

Con questa ricetta peschiamo negli albori di questo blog il che non solo mi ricorda che è passato troppo tempo dall’ultima volta che ho preparato queste lasagne, ma che presto questo blog compirà la bellezza di 8 anni (mentre io da poco ho festeggiato il mio 10 anniversario con WordPress in generale!). Clicca sulla foto per aprire la ricetta.

1492611701011

Questa ricetta ha un solo problema: non è fotogenica (come raramente lo sono le lasagne una volta tirate fuori dalla teglia). La foto l’ho presa in prestito dal sito del Cucchiaio d’Argento, dove comunque potete anche prendere nota di un’altra versione di questa ricetta. 


Terza ricetta (al forno, per i più golosi): Terrina di Pollo al Pesto

Ecco un altro modo alternativo di usare il pesto ed il pollo. Devo dire che l’accoppiata l’ho molto gradita.

pollo al pesto

Ingredienti per 4 persone:

  • 400g petto dipollo
  • un vasetto di pesto (fatto da voi o del supermercato)
  • 200g pancetta
  • 1 albume
  • olive taggiasche denocciolate (facoltative)
  • olio evo, sale e pepe q.b.

Procedimento:

  1. Sciacquate il petto di pollo e tagliatelo a listarelle. Trasferitelo in una ciotola e conditelo per bene con il pesto. unire quindi l’albume e le olive.
  2. Foderare uno stampo da plum cake con  carta da forno quindi formare uno strato con la pancetta. Farcire con il pollo e pressare per bene. Coprire con la restante pancetta.
  3. Trasferire lo stampo da plum cake in una teglia più grande in cui avete versato acqua bollente. Cuocete in forno a bagno maria a 140° per circa 50 minuti.
  4. Sfornate e lasciate raffreddare. Trasferite sul piatto da portata e servite tagliato a fette.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Annunci

7 comments on “Tre idee con il pesto”

  1. Da genovese, non posso tacere :). La prima ricetta è perfetta. La seconda è un po’ controcorrente, il pesto non andrebbe cotto. La terza non la conosco, non riesco a immaginarla, ma mi ispira molto e la proverò

    1. Ciao Paola e grazie per il tuo autorevole feedback!
      Devo essere sincera, anche io fui abbastanza perplessa della cottura in forno delle lasagne (e infatti quella volta, preparai una seconda teglia “di scorta” tradizionale, nel caso in cui il risultato non fosse stato buono). Tuttavia devo dire che non ne siamo affatto rimasti delusi, anzi.
      L’accortezza che ho avuto è stata quella di utilizzare pesto fatto con olio d’oliva soltanto, che non patisse l’alta temperatura del forno. E’ affiorato un po’ un superficie, ma il sapore è stato ottimo davvero.
      Quanto al pollo, finisci con il cuocerlo ugualmente ma a più bassa temperatura.
      E’ probabile che voi genovesi abbiate però una sensibilità maggiore sulla variazione di gusto crudo/cotto (così come i bolognesi per l’aggiunta di un qualsiasi altro ingrediente alla lasagna alla bolognese!!!) per cui mi sollevo da ogni responsabilità in merito! 😀

      1. Ritieniti sollevata :)! E’ senz’altro vero che per i sapori che ci appartengono siamo più attenti e sensibili (ed è un bene, così si difende la tradizione), è altrettanto vero che se un piatto piace, anche se tradisce un po’ la tradizione stessa, perchè non gustarlo? Ciao cara 🙂

  2. Ciao Cle. A me ispira la prima ricetta, quella con il farro. Scrivi “bollire il pesto”…non è che hai sbagliato e volevi scrivere “bollire il farro “? Perché bollire il pesto…mi sembra un po’….come dire…boh! Scusami se sono indiscreta . Mafi

  3. L’ha ribloggato su A dieta…e ha commentato:

    Un’altra idea fresca ed estiva a base di farro, per un piatto unico appetitoso ma leggero: Farro al pesto con pomodorini e feta. Nel post trovate anche altre due ricette a base di pesto ma… più caloriche! 😉

Dai da mangiare al mio blog: Lascia un commento! PS: Solo il primo commento è soggetto ad approvazione (causa spam)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...